MILANO EXPO 2015

Mangiare EXPO

Sei mesi di eventi a Milano nei quali il cibo sarà il protagonista, parliamone.Nell’ottica di sostenibilità , cibi sani, ci piace parlare di quei ristoranti/trattorie , inclusi rinomati stellati, che cercano di “fare cucina” in maniera alternativa e che sono, comunque, posti “raccomandabili”, almeno per noi. Di seguito la nostra selezione.
UN POSTO A MILANO in via Privata Cuccagna 2, CAPRA E CAVOLI in via Pastrengo 18 ( nel rinato quartiere dell’Isola ), FINGER’S GARDEN in via Giovanni Keplero 2, TAGLIO in via Vigevano 10, ERBA BRUSCA un paradiso verde in città in Alzaia Naviglio Pavese 286, uno dei più rinomati stellati in Italia, JOIA in via Panfilo Castaldi al 18, LE BICICLETTE in via Torti 2, LA DROGHERIA in via Plinio 6.

Muoversi EXPO

E’ importante sapere come muoversi in città durante questa manifestazione globale e così ci prendiamo la libertà di suggerire alcune possibili alternative ai mezzi pubblici.Forse questo è un ambito nel quale Milano è una città molto prossima alle grandi Metropoli Europee e compete con la sua Metropolitana quasi ad armi pari, ma per essere sicuri di arrivare dove si vuole nei tempi previsti vogliamo elencarVi alcune possibili alternative funzionali.
Prima di tutto il servizio per eccellenza rispettoso dell’ambiente ovvero la bicicletta, che con BikeMi permette di girare tutta la città in modo facile ed economico, molte le postazioni dove si possono affittare le bici sparse all’interno dei Navigli. Letzgo è una interessante app creata per l’auostop organizzato e sicuro in città. Car2go ed Enjoy due valide opportunità per affittare auto a tempo, con accesso gratuito al centro e parcheggi gratuiti. Per terminare Uber Pop uno dei sistemi di trasporto privato più sviluppati nel mondo e maggiormente contestato da tutti i taxisti dei diversi continenti “richiedi la corsa, viaggia e paga con il tuo telefono cellulare” così recita.

Divertirsi EXPO

Cosa fare, dove andare la sera e la notte per divertirsi a Milano.
Anche alimentazione sostenibile e divertimento sono poco compatibili, ci sembra giusto suggerire cosa fare a Milano in occasione di una Vostra visita all’EXPO. Concerti, locali, quartieri tipici, bar, dovunque si possono trovare opportunità di divertimento e allora ……buona serata !

”Ville e Giardini medicei in Toscana” nella lista del patrimonio mondiale UNESCO

Nel corso del 37° Committee World Heritage UNESCO, svoltosi dal 16 al 27 giugno 2013 a  Phnom Penh, è stato approvato l’inserimento delle “Ville e Giardini medicei in Toscana” nella Lista del Patrimonio Mondiale.

È stato un successo importante per la cultura italiana, ottenuto grazie alla collaborazione tra Regione Toscana, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, i Comuni e le Province dove sono localizzate le 12 ville e i 2 giardini, ed i privati proprietari di alcune ville.
Il prestigioso riconoscimento dell’ UNESCO onora l’Italia e la Toscana, ma oltre all’ onore vi è la consapevolezza che la Regione ha da oggi un dovere ed un impegno maggiori per la salvaguardia di beni che sono patrimonio dell’umanità.

During the 37th UNESCO World Heritage Committee meeting, which took place from the 16th to the 27th of June 2013 at Phnom Penh, it was approved that “The Medici Villas and Gardens in Tuscany” would be added to the World Heritage list.
It was a significant achievement for Italian culture, attained thanks to the collaboration between the Tuscan Regional Authority, the Ministry for Cultural Heritage and Activities and Tourism, the Municipalities and Provinces where the 12 villas and 2 gardens are located and the private owners of some of the villas.
This prestigious acknowledgement from UNESCO is an honour for Italy and for Tuscany, but as well as this they are aware that the Region now has a greater responsibility and obligation to safeguard the properties that hold World Heritage status.

Mostra: JING SHEN – L’atto della pittura nella Cina Contemporanea

L’atto della pittura nella Cina Contemporanea PAC di MILANO
10 Luglio 2015 – 06 Settembre 2015

Dipinti, grandi installazioni, disegni, sculture e video raccontano la specificità del gesto pittorico in Cina tra tradizione e contemporaneità.

Jing Shen (精神), forza interiore, ma anche consapevolezza del gesto.
Gesto che conferisce all’atto del dipingere nella cultura cinese un senso unico e profondo.
Una chiave di lettura che svela legami nascosti tra la tradizione artistica e le specificità dell’arte contemporanea in Cina.

La mostra, curata dal comitato scientifico del PAC, coinvolge oltre 20 artisti cinesi di diverse generazioni.
Attraverso quadri, grandi installazioni, disegni, rituali, sculture e video l’esposizione analizza la specificità del gesto pittorico e le tensioni e le integrazioni fra eredità artistica e influenze internazionali, dando vita a un nuovo canone di comprensione dell’arte contemporanea cinese.

Dal modo in cui la pittura può nascere e dialogare con la quotidianità (Lee Kit) al rifiuto di “chiudere” un dipinto in una sintesi tra tela e immagini in movimento (Li Shurui), all’applicazione della ripetizione (Ding Yi) e della velocità (Zhang Enli) nella creazione e continua ri-creazione dell’immagine pittorica.

Viaggiare ( in aereo/treno/nave ) sobri ed eleganti

Onde evitare l’abbigliamento dello sportivo “professionista “ che indossa tuta e sneakers anche quando è “over….. “ senza essere frequentatori di palestre ne di campi sportivi per coniugare comfort ed estetica vogliamo darVi alcuni suggerimenti.

Qui di seguito alcune cose da non dimenticare prima di mettersi in viaggio :

  1. Mocassini e ballerine , MAI flip flop o sneakers.
  2. Pantaloni lunghi per lei e per lui, MAI tute o short.
  3. Blazer blu per lei e per lui.
  4. Stola leggera ( oggi tutti generalizzano chiamandola Pashmina….).
  5. Maglione leggero per poter affrontare le turbolenti aree condizionate Intercontinentali.
  6. Borsa da viaggio “sobria”.
  7. Occhiali da sole.
  8. Beauty case con il necessario da utilizzare prima dell’arrivo.

Adesso siete pronti a chiudere il bagaglio e potrete affrontare il vostro viaggio di lavoro per la sfida quasi impossibile!

Buon viaggio!

Pitti Uomo Firenze

J.W.Brine al Pitti Uomo Firenze dal 13 al 16 Gennaio 2015, Sala delle Nazioni Stand numero 13.

Collezione AI 2015 James W. Brine

La Collezione a,i 2015 prosegue nel “solco” della filosofia di J.W.Brine, ovvero CHIC, GLAM e TIMELESS !
I modelli presentati sono circa 15 all’interno dei quali tre capi della nuova linea sartoriale limited, tutti i modelli sono ancora concepiti con una vestibilità piuttosto “asciutta” e con fondi tra 17 cm. e 18 cm.
Le tasche sono all’americana e dritta sul fianco, con alcuni modelli che riportano sul davanti un taschino.
La cintura interna è cucita manualmente senza punti esterni visibili, i bottoni in corozo sono personalizzati in color blu istituzionale.

I tessuti utilizzati spaziano dai cotoni pronti per tinta a quelli tinto filo, dai cotone-lana tinto pezza e poi sopra tinti alle lane tinto pezza sino ai velluti.

Specifico del marchio i lavaggi stone, le sopra tinture ed i trattamenti speciali, come ad esempio il velluto con lavaggio stone “12 ore” che assume un particolare effetto vintage.

Come sempre, sono presenti i pantaloni di derivazione lavoro che sono il DNA del marchio e che questa stagione sono realizzati in materiali “più nobili” del solito.

La linea sartoriale, in ultimo, realizzata in due nuovi modelli, è un omaggio al centenario della nascita di Frank Sinatra ed infatti i nomi assegnati ai due modelli sono Francis ed Albert che sono il nome per esteso di colui che è sempre stato noto come Frank ma che in realtà si chiamava Francis Albert Sinatra.